Che cosa significa prendersi cura dellɜ altrɜ, del pianeta, degli animali? In che modo possiamo farlo?

A partire dal “Manifesto della cura” scritto dal Collective Care di Londra, vorremmo discutere insieme delle relazioni di cura che ci legano l’unə l’altrə nella società contemporanea. In un presente costellato dalla crisi economica, climatica e pandemica, che ci richiede costantemente di essere indipendenti, forti, autonomɜ, crediamo sia importante ritagliarci uno spazio di incontro in cui prenderci cura di noi e delle persone che ci sono accanto, riconoscendo le nostre interdipendenze e le modalità con cui valorizzarle. Alla società neoliberista che ci porta a considerare la richiesta di cura come una forma di dipendenza, che può dare origine a sensi di colpa e a una visione patologizzante dell’aiuto, vorremmo rispondere collettivamente con le nostre esperienze di singolɜ e di comunità tramite un laboratorio antropologico e femminista di cura promiscua

.L’evento è pensato in forma di laboratorio partecipato condotto dalla Città dell’Utopia e FAQ – Femminismi e Antropologia nel Quotidiano in cui condividere e approfondire il tema delle relazioni di cura, della mercificazione neoliberista della cura e degli strumenti individuali e collettivi del benessere.

Programma
18.00 Introduzione al Manifesto della cura: cosa significa una politica dell’interdipendenza?
18.30 Laboratorio 1: i nostri bisogni
19.30 Laboratorio 2: i fili dell’interdipendenza
20.30 Condivisione aperta
21.00 Cena


FAQ è un gruppo di antropologɜ transfemministɜ che ha avviato un percorso di decostruzione e sovversione dei discorsi e delle pratiche patriarcali, dentro e fuori l’accademia, ampliando i confini della disciplina antropologica e intersecandoli con i temi, le pratiche e le lotte dei femminismi.

La Città dell’Utopia nasce per promuovere l’attivazione territoriale dello sviluppo locale e, al tempo stesso, mantenere sempre una finestra aperta sul mondo. Concretamente, è una casa laboratorio aperta a tutt3 coloro che vogliono condividere un’esperienza di confronto, di lavoro comune e concreto per la costruzione di alternative sociali e culturali.

Evento Facebook: https://fb.me/e/1dEfBAFC9


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *