“Eccedenti: cantieri di antropologia e femminismi” nasce perché vogliamo utilizzare gli strumenti antropologici e femministi per costruire un discorso politico.


L’evento si sviluppa intorno al tema dell’autodeterminazione come concetto centrale dell’antropologia e come pratica femminista capace di sfidare continuamente le norme.


Le pratiche femministe di lotta e l’antropologia si incontrano per riflettere sull’autodeterminazione a partire dalle esperienze personali e dai nostri corpi!

Lavoreremo collettivamente, con modalità di discussione informali e orizzontali in questi laboratori-cantieri: cantiere Mast*rbazione e Oggetti con il laboratorio “POP: Pratiche Oggetti Parole” , laboratorio e riflessione sugli oggetti da portare al Roma Pride, cantiere Linguaggio “Parole non soltanto parole”, cantiere Spazi Urbani, cantiere Discriminazioni.


SABATO 11 GIUGNO

ore 10/13 Cantiere Mast**bazione e Oggetti con il laboratorio “POP: Pratiche Oggetti Parole” e laboratorio e riflessione sugli oggetti da portare al Roma Pride
13/14.30 Pranzo Sovversivo e Resistente
15 Andiamo insieme al Pride!


DOMENICA 12 GIUGNO

11/13 Cantiere Linguaggio: “Parole [non] soltanto parole”
13/14.30 Pranzo Sovversivo e Resistente
15/16.30 Cantiere Spazi Urbani
16.30/18 Cantiere Discriminazioni
18/18.30 Confronto e restituzione sui Cantieri
19 Aperitivo Resistente e Sovversivo


In queste giornate ci sarà anche una sorpresona che ancora non vi sveliamo!
Stay tuned per more info!


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *